NOTIZIE: Che futuro sarà per la ristorazione italiana

Un futuro incerto per la ristorazione italiana

Siamo tutti d’accordo, prima di tutto la salute.

Però io vorrei capire bene la logica di tutti questi numerosi ed a volte indecifrabili divieti tra cui alcuni di questi davvero assurdi tenendo conto della formidabile task force assunta dallo stato, dei circa 10 mila esperti e consulenti e nostri governanti.

Ammettendo che non esiste una possibilità alcuna di azzerare il rischio anche se c’è la convinzione di poterlo tenere sotto controllo, non è così per la nostra economia in quanto, pare, non ci si renda conto a cosa andiamo incontro se le attività non riapriranno al più presto.

In sostanza, mi riferisco in questo caso ai ristoranti, se non verranno riaperti al più presto, come per altre attività,  facendo appello al senso di responsabilità di ognuno di noi, vedremo molte di queste al limite dello stato di fallimento se non fallire definitivamente.

Occorre avere quanto prima l’autorizzazione a riprendere l’attività dopo di che ognuno di noi sarà, naturalmente, libero di decidere qualora sia in grado e pronto per poterlo fare.

I ristoranti, in particolar modo l’alta cucina e stellati Michelin,  sono già abituati al rispetto di alcune regole oggi  consigliate ed imposte dal il covid19 e pertanto potrebbero, fin da subito, essere i primi al riprendere l’attività e via via tutti gli altri una volta organizzatosi in maniere da tutelare la salute delle persone.

Un sondaggio de IlGolosario di Paolo Massobrio e la rivista Luxury del gruppo Tespi di Angelo Frigerio hanno promosso un sondaggio fra i ristoranti italiani, dalle trattorie ai ristoranti gourmet, sull’attuale situazione, da cui emerge un quadro di tante ombre e poche luci. La data annunciata di riaprire i locali il 1° giugno è stata accolta come una doccia fredda, soprattutto in assenza delle risposte urgenti che attendono gli operatori della ristorazione.

“Mortificati e disorientati – commentano Massobrio e Frigerio – quasi increduli che i sacrifici di una vita possano essere vanificati anche a causa di una strategia inesistente, che non dà segnali di supporto concreto a queste attività, lasciate per ultime, sotto tutti i punti di vista”.

I risultati del sondaggio potete trovarli qui

lascia il tuo commento..