Ristorante LUME Milano Chef Luigi Taglienti

Pare che lo chef Luigi Tagliente abbia per ora deciso di non riaprire più il ristorante Lume. Nuove idee circolano per Milano ed intanto, pare, che dovrebbe aprire in Santa Margherita Ligure un ristorante all’interno dei Bagni La Valletta del gruppo Ten Beach.

Nel frattempo restiamo in attesa e non vediamo l’ora che lo chef torni a cucinare in quel di Milano per gustare nuovamente le sue orrime preparazioni

RISTORANTE LUME

Chef: Luigi Taglienti

Via: G. Watt,  37 Milano

Tel. 0280888624

Spesa media escluso bevande: 130,00

Chiusura: Domenica sera e Lunedì

Riconoscimenti guide: 1 stella Michelin – 2 forchette Gambero Rosso

La mia valutazione:

Luigi Taglienti, chef di grande talento e non vi sono dubbi,  della cucina italiana.

La qualità della cucina è ad alti livelli, una cucina creativa ma equilibrata ed attenta ai particolari dove lo chef riesce a far vivere vere sensazioni gustative. Una cucina “antica” e moderna al tempo stesso ma in continua evoluzione.

Fegato grasso in foglia di verza, bianco e nero di seppia, frittura di pesce morone..preparazioni di eleganza e raffinatezza impeccabile ed alcuni “azzardati” dando maggior spinta all’innovazione.

Tre sono i menù degustazione oltre alla carta: Taglienti racconta il vegetale € 130,00; Taglienti racconta Taglienti € 150,00; Frutto di un momento € 170,00.

Io ho optato per il menù Taglienti racconta Taglienti; è il suo racconto personale, un percorso fatto di gusti, emozioni e dei suoi ricordi..
11 assaggi + 1 (offerto dallo chef, l’ottima ostrica strapazzata)

La sala è molto elegante ed a farla da padrone è il bianco e la cucina dominata da un ricamo “stilizzato” creando un gioco di vedo – non – vedo. Mi è piaciuta molto.

Voglio anche citare il giovane personale di sala, sono stati molto professionali, cordiali e disponibili a scambiare battute ed a consigliarti sulle scelte dei piatti.

Ottima la carta dei vini molto meno quella della birra (quasi totalmente assente)

LUME “ristorante non per tutti” visto i costi, ma la cucina dello chef Taglienti va assolutamente provata…vale un piccolo sacrificio per una più che valida tappa gourmet

 

lascia il tuo commento..