Ristorante Dal Pescatore

RISTORANTE DAL PESCATORE

Chef: Nadia e Giovanni Santini

Via: Località Runate, 17 Canneto Sull’Olio (MN)

Tel: 0376 723001

Riconoscimento Guide: 3 stelle Michelin 3 forchette Gambero Rosso

Spesa media escluso vini: € 180,00

GUIDA MICHELIN
Sperduto fra i campi e le anse del parco dell’Oglio, l’incredibile destino di Runate – poche decine di abitanti – è stato quello di diventare sinonimo nel mondo di ospitalità ai più alti livelli. Di generazione in generazione, da quasi un secolo, la famiglia Santini accoglie i clienti in una fiabesca casa-ristorante: un mondo a parte dove atmosfera, cibo e servizio si fondono in una memorabile esperienza di benessere e armonia.

La cifra di un grandissimo chef! Prodotti d’eccezione, purezza e potenza dei sapori, equilibrio delle composizioni: la cucina qui assurge al rango d’arte. I piatti, perfettamente realizzati, si ergono spesso a classici.

LE SOSTE
Siamo nel tempio dell’accoglienza e della buona cucina: il massimo del punteggio gastronomico è qui custodito da più tempo che in qualsiasi altro ristorante in Italia. Nato come una rustica trattoria in riva al fiume Oglio, è oggi il punto di riferimento sia per la sala, con Antonio e Alberto Santini, sia per la cucina, capitanata da Nadia e dal figlio Giovanni.
Ma la staticità non è certo quello che piace alla famiglia Santini: eleganza a ogni costo sì, ma al passo con i tempi, e anche il passaggio generazione che si sta completando senza sbavature nel passaggio di testimone.
Le ricette sono quelle della tradizione, continuamente riadattate in chiave moderna: indimenticabili, ad esempio i Tortelli di zucca o gli Agnoli in brodo di gallina. Nella cantina, che è tra le più invidiate d’Italia e perfettamente orchestrata da Alberto, miglior sommelier dell’Académie Internationale de la Gastronomie, si trovano vini pregiati e difficili da reperire, con una certa predilezione per quelli francesi. D’estate è un vero sfizio cenare sotto il porticato con vista sul giardino.

GUIDA IDENTITA’ GOLOSE
La sacralità dell’accoglienza è la legge che vige qui Dal Pescatore, esattamente come nel lontano 1925: nulla è cambiato dai tempo in cui era una rustica locanda in riva al fiume Oglio, o un ristorante da tre stelle Michelin.

Tempio della cucina italiana, Antonio e Nadia Santini sono cultori della classicità. Ma non ci si trova davanti a un’icona statica: le ricette vengono continuamente rinnovate e riadattate in chiave moderna, senza lasciarsi influenzare da mode e tendenze effimere, alleggerendo, ritoccando e riadattando la tradizione. Se dovessimo trovare un parallelismo con il mondo della moda ci si imbatterebbe in un tubino nero di Chanel, classico ma sempre attuale, immancabile nel guardaroba di una signora chic.

Il segreto è lasciarsi trasportare dalle emozioni del luogo e della cucina, che sanno di solido e di continuità grazie al passaggio generazionale in corso che vede i figli Giovanni e Alberto, cogliere e accettare la sfida, in cucina e in sala. Ampia carta dei vini con una predilezione per la Francia, una cantina che fa invidia a molti in Italia, perfettamente orchestrata da Alberto, miglior sommelier dell’Académie Internationale de la Gastronomie. Tra i piatti indimenticabili, che hanno fatto la storia del ristorante e hanno lasciato traccia nel libro della storia della cucina italiana, troviamo gli Agnoli in brodo di gallina, i Tortelli di zucca, la Terrina di foie gras d’oca in padella, oggi accompagnata a frutto della passione e vino passito.

VIAGGIATORE GOURMET
Si dice che il talento sia un dono, una qualità, un’attitudine particolare che un individuo riscopre in sé, senza averla cercata né appresa. Il talento insomma è una dote personale, esclusiva. Nel caso della famiglia Santini però pare che la natura abbia fatto eccezione e che la genetica ci abbia davvero messo lo zampino: partendo da nonna Bruna fino alla generazione più giovane, rappresentata da Alberto Giovanni, chef con mamma Nadia, l’arte dell’ospitalità e della cucina di alto livello sembrano davvero un fattore ereditario. Per questo, con gli Amici Gourmet, ci torniamo ogni anno, sempre più numerosi, e anche questa volta la nostra è stata una grande esperienza.

IL GOLOSARIO
L’Italia del gusto è sinonimo di questo ristorante, evoluzione di quella che era la trattoria di paese. Nadia e Antonio Santini, Alberto e Giovanni con Valentina e nonna Bruna, con il loro lavoro, da decenni fanno onore all’Italia. Difficile trovare un altro locale, come accade qui, dove tutto è perfezione. Siete a Canneto sull’Oglio e in questo paesino poetico avrete emozioni dall’ambiente, che vi accoglierà con le sale eleganti e il bel dehors. Dalla cantina, che custodisce millesimi ed etichette introvabili, ed è ampia come poche altre. Dall’Alta cucina italiana che qui si esprime in creazioni di inarrivabile genialità. In sala, Antonio, patron dal talento unico, dirige lo staff con garbo e professionalità senza eguali, con il figlio Alberto e la nuora Valentina, che dimostrano di avere grande stoffa. Alla cantina, che custodisce. Ai fornelli, Nadia e Giovanni, sotto lo sguardo vigile di quel fenomeno di Nonna Bruna, vi proporranno piatti che splendono per sapienza di impostazione, cura di realizzazione, gusto. Per voi terrina di astice con caviale Oscietra Royal, anguilla in carpione del Mincio, tortelli di zucca (valgono il viaggio e sono piatto tra i più famosi al mondo), pasta all’uovo, crema di fagioli, scampi marinati, bottarga e carciofi croccanti o risotto con fonduta di caprini e miele allo zafferano, lepre alla royal o sella di capriolo salsa Cabernet e mirtilli neri. Tra i dolci? Soufflé all’arancia! Al mondo pochi i ristoranti come questo!
Prezzi medi: Antipasti 40; Primi piatti 35; Secondi piatti 50; Dolci 29
Menu Degustazione a 150 euro (5 piatti), a 180 euro (7 portate), a 250 euro (10 portate)

ALCHIMIA DEL GUSTO
Tre stelle Michelin, il solo pensiero ti mette soggezione…niente di tutto questo fin dall’entrata Antonio Santini riesce a metterti completamente a tuo agio, riuscendo a creare un armonioso feeling tra commensale e cucina.
La cucina, che una volta passavano tramite le sapienti mani della mamma di Antonio, è ora gestita da Nadia. (moglie di Antonio Santini)
Le preparazioni di Nadia appaiono molto tradizionali ed equilibrate; ottimi i tortelli di zucca e amaretti, i paccheri con moscardini ed il risotto con i pistilli di zafferano.
Ottima la cantina con etichette provenienti un po’ da tutto il mondo.

VALUTAZIONE DEGLI UTENTI DI TRIPADVISOR (Italia)
(Su 631 Recensioni)

Eccellente: 492
Molto buono: 76
Nella media: 32
Scarso: 25
Pessimo: 6

 

 

Un pensiero riguardo “Ristorante Dal Pescatore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.