Ristorante La Locanda di Alia

RISTORANTE LOCANDA ALIA

Chef: Gaetano Alia

Via:  Letticelli, 55 – Castrovillari (CS)

Tel: 098146370

Riconoscimenti:  1 forchette Gambero Rosso

Spesa media escluso vini: € 50,00

GUIDA MICHELIN
Fondato nei primi anni ’50, questo ristorante rustico ma elegante continua a deliziare i suoi ospiti con il suo servizio impeccabile e la deliziosa cucina calabrese. Ingredienti freschi, preparati con cura: semplicemente un buon pasto.

LE SOSTE
Da piccola trattoria, nel lontano 1952, alla locanda gourmet che conosciamo oggi, gestita dalle mani esperte di Gaetano Alia, il cui motto è: “Il futuro lo costruiamo giorno dopo giorno, con l’entusiasmo e la voglia del nuovo, come il primo giorno”. Alta cucina con prodotti calabresi e ricerca costante di materie prime eccellenti sono il presupposto fondamentale di quella cura e quell’eleganza che lo chef regala a verdure selvatiche, salumi, carni e formaggi del Parco del Pollino.
Tra gli ingredienti preferiti, e che si trovano spesso nella cucina di Gaetano, vanno menzionate le cicerchie, i fagioli poverelli di Mormanno e quelli bianchi di Castrovillari. Ai dolci Lucia Alia fa sognare gli ospiti con le sue golose creazioni. Nei mesi invernali l’accoglienza è calorosa all’interno della locanda, mentre in estate è irresistibile cenare a bordo piscina, immersi nel verde del Pollino. Tra le mission dello chef c’è anche quella di dar risalto ai vini calabresi che, come sostiene, oggi non temono il confronto con le altre realtà vinicole del territorio nazionale.

IL GOLOSARIO
Gaetano Alia è un grande. La sua cucina è profondamente, sinceramente territoriale: il pescato arriva dal mar Jonio, le carni (a partire dal mitico Maiale Nero) dai monti dal Pollino, le verdure sono locali. Alia ci aggiunge tecnica, inventiva e calibrati accostamenti. Nel piatto, ecco il crostino di alici fresche, carne ‘ncantarata con miele e peperoncino prima di minestra di riso con cappuccio verza e pesce spatola e costolette di agnello con mele e mosto cotto. Ma che buoni anche l’insalata di bottarga di Pizzo calabro con pomodori cipolla rossa di Tropea e fichi freschi, i panzerotti ripieni di ricotta ed erbe aromatiche in crosta di semi di anice silano (radiosi), il filetto di maiale nero di Calabria in salsa antica di frutti di bosco, mela e citronella. Con la schiuma di nocciole e mandorle in salsa di cioccolato nero fondente extra dark e la vellutata di caffè con salsa all’anice si pensa già a quando ritornare.
La carta dei vini convince, con proposte del Sud e birre artigianali. E’ anche relais con 14 camere.
Prezzi medi: Antipasti 13; Primi piatti 18; Secondi piatti 20; Dolci 8
Menu Degustazione a 50 euro (5 portate)

PASSIONE GOURMET
Cosa può ispirare una sosta a Castrovillari ? Forse il fatto che questa ridente cittadina del cosentino è al centro del parco Nazionale del Pollino o forse, per gli irriducibili appassionati del mare, la curiosa e piacevole equidistanza dal mar ionio, a circa 30 km, e dal mar tirreno, a circa 50. Aggiungiamoci che, in questo periodo vacanziero, può essere una sosta strategica per chi da Nord si reca in Sicilia. Motivi tutti validissimi, a cui aggiungere la presenza degli Alia.

La locanda di Alia è lì, a Castrovillari, sin dal primo dopoguerra. Allora semplice trattoria, oggi ristorante e locanda. Con lo stessa filosofia di fondo, oggi come allora : una cucina semplice con una materia prima eccellente. E devo dire che questo incipit Pinuccio all’accoglienza e Gaetano in cucina la rispettano senza sconti, con passione, ardore ed orgoglio. Con la voglia di dimostrate a tutti gli avventori quanto può dare il prodotto e la cucina calabrese. Il parco del pollino offre carni, salumi, formaggi e frutti della terra superlativi, il compito degli Alia è servirveli più integri ed immacolati possibili. Ecco allora degli stupendi vermicelli con pomodoro Santa di Caligiuri, di una dolcezza inarrivabile, con peperoni cornetti e sedano accio. Una pasta apparentemente semplice ma che racchiude un concentrato di sapori unico.

Stessa sensazione con i panzerotti ripieni di erbette con la salsa di semi di anice silano conditi con parmigiano stravecchio, menzione speciale per quei semi d’anice, tocco da maestro. Magistrali le costolette di agnello, un po’ grasse (riporto testualmente dal menù), cotte con erbette di montagna. E per finire, prima del dolce, un caciocavallo silano DOP servito caldo con mostarda di peperoncino.
Buona la delizia di panna con salsa di fragole ed il bocconotto ripieno di Arancia. Dagli Alia si sta un gran bene, ricordatevelo la prossima volte che passate da Castrovillari.
Ah, dimenticavo, se vi fermate ed alloggiate in una delle camere dell’annessa locanda la mattina sarete deliziati da una colazione da favola, almeno una quindicina di biscotti di vario tipo, anche al peperoncino, formaggi silani e, ovvio, una marmellata di peperoncino che vi aiuterà a completare piacevolmente il risveglio

CUCCHIAIO D’ARGENTO
Storia, territorio, sapienza, personalità. il meglio che si possa trovare in Calabria.[..]

VALUTAZIONE DEGLI UTENTI DI TRIPADVISOR ITALIA (ott.18)
Eccellente: 149
Molto buono: 52
Nella media: 20
Scarso: 7
Pessimo: 8
(236 Recensioni)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.